Un piccolo aereo commerciale è caduto in Sudan, poco prima dell'atterraggio: il bilancio è tragico, con 19 morti su 23 passeggeri. Tra i superstiti c'è un medico catanese, impegnato come volontario in Africa: si chiama Damiano Cantone, ha 32 anni e collabora con Cuamm, la ong di Padova che organizza il lavoro di medici volontari.

La stessa onlus ha comunicato l'identità del siciliano, spiegando che è cosciente e che è un vero miracolo che si sia salvato». In una nota si legge che «il dottor Cantone era diretto all’ospedale di Yirol – spiega una nota – per prestare servizio insieme a 'Medici con l’Africa' del Cuamm che supporta la struttura dal 2007 a favore della salute di mamme e bambini. Con grande sollievo, seppur addolorati per le tante vittime e le loro famiglie, confermiamo che le condizioni di Cantone sono buone e che il medico non è in pericolo di vita. Verrà trasferito a Juba e rientrerà presto in Italia».

Il velivolo, che era partito dalla capitale Juba ed era diretto a Yirol, si è schiantato proco prima dell'atterraggio: «Al momento dell’atterraggio c'era una fitta nebbia e quando ha cercato di virare per mettersi sulla linea della pista, l’aereo si è schiantato nel lago Yirol», ha detto il ministro dell’Informazione dello Stato, Abel Aquel, secondo quanto riportato da Bbc online.