È stato fermato anche il secondo responsabile della rapina avvenuta il 30 agosto a Catania, nell'abitazione del commissario di polizia Nuccio Garozzo, rimasto ferito. Gli agenti hanno eseguito il provvedimento nei confronti del 18enne gambiano Bakary Samateh: insieme al coetaneo Gibren Mohammed, ghanese, è accusato di rapina e lesioni personali.

I due, stando alle ricostruzioni degli investigatori, hanno ferito con un coltello il funzionario di polizia, dopo essere entrati in casa. Subito dopo hanno tentato la fuga, lanciandosi dal balcone: il ghanese (arrivato nel 2016 a Catania come minorenne non accompagnato) è rimasto gravemente ferito ed è stato ricoverato con fratture multiple, mentre il complice è riuscito a fuggire. Il poliziotto ha riportato ferite da arma da taglio su diverse parti del corpo, curate con 80 punti di sutura e giudicate guaribili in 20 giorni.

Gli investigatori hanno catturato Samateh anche grazie alle foto pubblicate sul profilo Facebook da altri ospiti del centro di accoglienza. Gibren Mohanmmed aveva il permesso di soggiorno per motivi umanitari: nel 2017 è stato denunciato per minacce, violenza, percosse e lesioni personali ai danni dei dipendenti di una comunità per minorenni che lo ospitava, nonché per spaccio di sostanze stupefacenti e furto.