Nonostante siano passati alcuni mesi dall'aggressione, sarà difficile per la vittima dimenticare quanto accaduto. Un giovane studente palermitano è finito nel mirino di due rapinatori in pieno centro città, in via Volturno: l'obiettivo dei due malviventi era impossessarsi del suo smartphone e, per farlo, non hanno esitato ad infiere con minacce, calci e pugni.

Oggi uno dei due aggressori è stato arrestato: si tratta di Ben Mekki Bilel, 24enne di origini tunisine, ma nato e residente a Palermo. E' entrato in azione insieme a un complice che è ancora ricercato dalla polizia. Il giovane è stato rintracciato grazie a un cellulare dimenticato sul luogo della rapima: proprio grazie a quel telefono, caduto da una delle sue tasche, è stato possibile risalire a lui. 

Fonte: LiveSicilia