Agguato a Messina: spari contro il pentito Carmelo Ferrara. L'ex boss del rione Cep è rimasto illeso; feriti, invece, due nipoti. I tre si trovavano in macchina, nella zona del Villaggio Cep, quando sono stati affiancati da un motorino con due persone a volto coperto, una delle quali ha estratto la pistola sparando.

Come racconta nel dettaglio il sito "Meridionews", è stato un agguato in pieno stile mafioso quello che ha coinvolto Gabriele Ferrara, 21 anni, figlio di Iano Ferrara, il boss pentito del Cep arrestato nel 1994, e il nipote Francesco Ferrara, 23 anni, figlio del fratello Carmelo. L’agguato si è verificato in Via Rosario Livatino.

Sono stati centrati alle spalle dal killer, che poi è riuscito a fuggire; un proiettile si è conficcato nella spalla del primo giovane, un altro nell’ascella del secondo. I due ragazzi sono stati portati al Policlinico. Il 21enne è stato operato per estrarre il proiettile conficcato nelle spalle. Entrambi, comunque, non corrono pericolo di vita

Sul posto è intervenuta la squadra mobile, incaricata delle indagini. Al momento non è esclusa nessuna pista, anche se l'ipotesi più accreditata è il riequilibrio interno tra clan.