010101Ecco AirPod, la prima auto ad aria compressa: è stata ideata dall’ingegnere francese Guy Nègre, e sarà prodotta e distribuita a Bolotana (NU) da Airmobility, una società di imprenditori sardi che ha scommesso su questa tecnologia, grande esempio di mobilità sostenibile, destinata a diventare un’alternativa ecocompatibile al trasporto urbano. Da sottolineare che  la Sardegna si è candidata per la prima produzione europea del veicolo, prevista per l’autunno 2014 quando AirPod passerà dall’essere un prototipo a veicolo di serie commerciabile.

La vettura ha una dotazione di interni paragonabile a un’auto di fascia medio-alta, due posti a sedere, e sarà prodotto in due versioni: motore 7 KW (guida con patente B) 80 km/h con autonomia di circa 120 km (circuito urbano); motore 4 KW (guida con patente A, motocicli) 45 km/h e stessa autonomia, entrambi dotate di un bagagliaio da 500 litri con incluso uno scomparto refrigerato da 30 litri. Si guida tramite joystick oppure può essere richiesto il volante.

airpod3L’auto farà il suo ingresso sul mercato con un modello base da € 7.500 e sarà destinata al trasporto passeggeri. Un pieno da 4 euro permetterà di percorrere 100 km alla velocità massima di 80 km/h. Il rifornimento di aria compressa potrà avvenire tramite stazioni abilitate (2,5 minuti per un pieno) o presa di corrente domestica da almeno 10kw (3,5 ore per un pieno). Il peso si aggira complessivamente sui 280 kg ed è realizzata in fibra di vetro e resina poliestere: è proprio questa combinazione che, oltre ad avere un basso impatto ambientale, in caso di incidente determina una capacità di assorbimento dell’urto da due a quattro volte superiore alla carrozzeria di un veicolo tradizionale.

F.F.

MeteoWeb