MESSINA – E' allarme meduse in Sicilia. Oggi le Isole Eolie, in particolare Filicudi si è svegliata invasa dalle Meduse. Il loro vero nome è Pelagia Noctiluca, un tipo di medusa molto piccola, di colore violaceo che al suo interno cela un veleno molto urticante che provoca numerosi fastidi alle persone che accidentalmente, vengono con loro in contatto.

La paura è molto elevata per i bagnati, residenti e non. L'allarme è scattato nell'Isola di Filicudi, ma la paura si è protratta in tutto l'arcipelago, perché si teme che in massa migrino nelle altre isole, compromettendo la stagione estiva, periodo molto importante per le 7 meraviglie del mediterraneo.

Dal colore violetto, fanno paura a bagnati così come i residenti che non esortano di certo la limpidezza delle loro acque. Da sempre infatti la presenza di meduse in mare, è un chiaro segnale di pulizia del mare circostante. Piuttosto si spera che attraverso il naturale ciclo della vita, che altri pesci, mangino in quantità le meduse Pelagia Noctiluca, sino a sgombrarne le acque.

Come difendersi dal morso di medusa: 

Esistono numerosi miti su come curare immediatamente il contatto o quello che viene definito in gergo, il morso delle meduse. Tutti almeno una volta abbiamo sentito parlare di ammoniaca, urina, acqua dolce, aceto o alcool. In verità queste sostanze, sono solo dei palliativi che non aiutano a combattere il morso della medusa. I rimedi naturali per combattere il bruciore e il fastidio legato al contatto con le meduse sono piuttosto, l’acqua di mare e più in particolare un gel astringente al cloruro d’alluminio.