Allerta_meteo_gennaio_2014

 

Massima allerta meteo per i prossimi giorni sull’Italia, a causa dell’arrivo di una violenta tempesta invernale che provocherà forte maltempo su quasi tutto il nostro Paese. Come abbiamo già osservato nell’apposito bollettino per mari e venti, avremo un’intensa burrasca di maestrale che colpirà soprattutto il centro/sud dove, tra Sardegna, Sicilia e Calabria, potranno formarsi trombe d’aria in modo particolare nelle zone costiere, con raffiche di vento superiori ai130km/h, come negli uragani. Ma non avremo solo forti venti e mari agitati: ci saranno piogge, temporali e nevicate.
Già oggi, giovedì 23 gennaio, il maltempo sta iniziando a colpire Sardegna, Toscana e Lazio con le prime piogge in atto, che si intensificheranno ulteriormente in serata. Domani, venerdì 24, avremo dei temporali anche intensi nelle Regioni tirreniche, tra bassa Toscana, Lazio e Campania, mentre pioverà in tutto il nord/est e le temperature inizieranno a diminuire ovunque. La quota neve crollerà fino a100 metri sulle Alpi orientali, fino ai 400 metri in Emilia Romagna e fino ai 500 metriin Sardegna, mentre sull’Appennino centro/meridionale sarà ancora superiore agli800 metri di quota. Sabato 25, poi, il maltempo scivolerà verso sud nel medio/basso Adriatico, tra Marche, Abruzzo, Molise e Puglia, dove la neve arriverà fino ai 700800 metri di quota, e all’estremo Sud, in Calabria e Sicilia, con forti temporali e abbondanti nevicate oltre gli 800 metri di quota nelle zone tirreniche, le più colpite dal maltempo. E sarà solo l’inizio di un lungo periodo in cui l’Italia sarà investita da continue perturbazioni con aria fredda e abbondanti nevicate fino a quote medio/basse.

Peppe Caridi