Un italiano è rimasto ucciso in una sparatoria alla discoteca Blue Parrot di Playa del Carmen, frequentatissima meta turistica in Messico. Nello scontro a fuoco sono morte altre 3 persone: 2 canadesi e un colombiano. Una donna, poi, è morta nella ressa della gente che fuggiva. Altre 9 persone sarebbero rimaste ferite. Ancora da chiarire il movente.

In base alle prime indagini la sparatoria sarebbe avvenuta all'interno di un locale e ad aprire il fuoco sarebbe stata una sola persona. Il procuratore dello stato di Quintana Roo, Muguel Angel Pech, ha sottolineato che "per garantire il successo delle indagini ed evitare fughe di notizie" non verranno diffusi ulteriori dettagli, ma ha precisato che l'episodio non è legato ad atti di terrorismo.

Secondo la ricostruzione della procura una persona con in mano un'arma da fuoco è entrata nel locale nonostante i tentativi della sicurezza di impedirlo; a questo punto sarebbe iniziata la sparatoria. Tre delle vittime sono agenti della sicurezza. La polizia sta esaminando i filmati delle telecamere di sicurezza per accertare l'esatta dinamica dei fatti, mentre tre persone sono state al momento fermate in quanto sospettate di essere coinvolte nell'accaduto.

La sparatoria sarebbe scoppiata a causa di un diverbio tra persone che si trovavano all'interno del locale e che le guardie di sicurezza sono rimaste coinvolte quando hanno tentato di aver bloccare la lite.