Ha velocemente raggiunto un elevato numero di condivisioni sui principali social network la petizione, promossa da Mobilita Palermo e rivolta al sindaco di Palermo Leoluca Orlando, che chiede il licenziamento dei dipendenti "fannulloni" dell'AMIA, assenti ingiustificati dal lavoro o dediti ad attività personali durante le ore di servizio. L'obiettivo dell'iniziativa è il raggiungimento delle 1.000 firme: ne sono state raccolte al momento già 943.

AMIA al centro di numerose polemiche nelle scorse settimane

Soprattutto in seguito all'emergenza rifiuti verificatasi nel periodo delle festività natalizie, l'AMIA si è trovata al centro di numerose polemiche. La richiesta della petizione contro quelli che vengono definiti "parassiti" dell'azienda viene così spiegata nella pagina dedicata alla raccolta delle firme:

Crediamo che in una città come la nostra, dove la crisi del lavoro è un problema serio e radicato che colpisce tante persone oneste e capaci, la dignità di un posto di lavoro vada assegnata a chi lo merita veramente.  Tutto questo è assolutamente inaccettabile: basta chiacchiere, basta giri di parole e valanghe di promesse.