varie-GreenpeaceGreenpeace avrebbe individuato sostanze tossiche pericolose negli abiti per bambini fabbricati in Cina da alcune grandi marche, fra le quali Disney, Burberry, Adidas, Nike, American Apparel, C&A e Gap.
L’organizzazione in difesa dell’ambiente ha spiegato in un comunicato di aver sottoposto ad analisi 82 capi di 12 marche e di aver rilevato tracce di prodotti chimici nocivi. Gli articoli analizzati sono stati fabbricati in dodici Paesi diversi, ma un terzo in Cina.
L’ong ha invitato la Cina, primo produttore tessile mondiale e primo consumatore al mondo di prodotti chimici a mettere fine al ricorso di sostanza nocive nella sua industria tessile.
In questi ultimi due anni l’ong ha pubblicato diversi studi che dimostrano la presenza di sostanze chimiche suscettibili di provocare tumori o disordini ormonali anche in prodotti di marche come Zara, Calvin Klein, Levis e Li Ning.