Un elicottero del 118 con a bordo sei persone, non legato ai soccorsi dell'hotel Rigopiano, è precipitato in Abruzzo, tra L’Aquila e Campo Felice. A quanto pare ci sono vittime. Il velivolo sarebbe caduto da un'altezza di 600 metri durante il recupero di un ferito su un campo da sci a Campo Felice. Le condizioni meteo sull’intero Abruzzo sono pessime: bufera, visibilità scarsa, forte vento. L’incidente è avvenuto in una zona impervia e i soccorritori sono arrivati nelle vicinanze con gli sci.

Lo schianto, come riportano i maggiori media italiani, è avvenuto in una zona fortemente innevata e montuosa a circa 1600 metri di quota in corrispondenza del km 14 della strada statale 696. Sul posto ci sono autopattuglie della polizia, dei carabinieri, numerosi mezzi dell’esercito, autoambulanze, mezzi dell’Anas che contribuiscono a tenere la strada pulita. Il luogo si trova a poche centinaia di metri dall’hotel "La Vecchia Miniera".

La nebbia adesso ostacola il soccorso: le squadre arrivate sul posto sono state inizialmente rallentate da nebbia e anche dal fatto che la zona dell’incidente è impervia, ad alta quota. Normalmente su questo velivolo per le missioni di soccorso sono imbarcate 5 persone: due piloti, un medico, un infermiere e un uomo del soccorso alpino. In questo caso a bordo c’era anche una sesta persona, ovvero l’uomo soccorso sulle piste da sci.

LEGGI ANCHE:

Si aggrava il bilancio dell'Hotel Rigopiano

Hotel Rigopiano, spuntano dichiarazioni sconvolgenti