Continua incessantemente a nevicare a Piano Battaglia dove la neve ha già oltrepassato il metro di altezza e dove i mezzi spalaneve del Corpo Forestale continuano incessantemente a spazzare visto che appena tolta questa viene subito ricoperta. "La situazione è complicata – dichiara il presidente dell'Ente Parco delle Madonie, Angelo Pizzuto – perché continua a nevicare con mezzi della ex provincia che lavorano incessantemente, ma la bufera è ancora in atto, quindi…..".

Attivato un numero della Protezione civile provinciale (329-6509857)  per le emergenze su questa lato di territorio mobile sul comprensorio Piano Zucchi-Piano Battaglia da Collesano e da Petralia fino a Piano Battaglia, appunto. "I mezzi – precisa – hanno cominciato a lavorare perché fino a circa mezz'ora fa nevicava" rendendo vano il passaggio degli stessi subito ricoperto. "Garantita l'apertura di una pista per le emergenze – continuano dalla Protezione Civile – e si sta risalendo da Polizzi in direzione Piano Zucchi-Piano Battaglia per aprire la strada; mentre da Petralia verso Piano Battaglia si stanno riprendendo i lavori. Tra non molto verrà azionata anche la turbina fresaneve per allargare la carreggiata".
 

Intanto,continua Pizzuto, "a bordo del mezzo della forestale con gli ispettori Antonio Zafonte e Giuseppe Li Sacchi, tra Castellana, Petralia e l'ospedale "Madonna SS. dell'Alto" la situazione non è delle più semplici". Quanto si sta verificando è un'ulteriore prova di ciò che è stato già dichiarato da più parti nei mesi scorsi: l'ospedale, per il suo punto nascite, è al centro di un territorio dove la viabilità, per una buona parte dell'anno, subisce dei forti contraccolpi a causa delle condizioni meteo. Un'emergenza in queste condizioni renderebbe davvero alto il rischio per la vita della madre e del nascituro. Da qui, in queste ore, si levano con più forza le richieste non di una proroga, ma di una deroga al taglio previsto dal ministero. 
 

Al momento, dalle centrali operative suggeriscono di evitare le uscite, soprattutto con i veicoli, se non strettamente necessarie, per dare la possibilità agli operatori di sgomberare le strade in sicurezza. Obbligo di catene o gomme adatte alla circolazione su neve. Quindi situazione in continuo aggiornamento e da monitorare al cospetto di un miglioramento che si spera quanto prima possa venir incontro a situazione di sicurezza sul territorio, visto tutto quello che ne possa conseguire se si continua su questi livelli atmosferici !

 

Forestalinews