Antica Trasversale Sicula, un’ avventura alla scoperta della Sicilia. Il primo cammino internazionale è partito domenica 7 ottobre, alle ore 7.30. A promuovere l’iniziativa, al via dall’isola di Mozia, sono stati due “camminatori” di Vittoria, Gaetano Melfi e Peppe De Caro. Quest’anno tra i partecipanti c’è lo scrittore Martin Guevara Duarte, nipote del “Che” (Ernesto Che Guevara).

Il viaggio nel tempo dell’Antica Trasversale Sicula è molto ricco. Il percorso si inoltrerà lungo le antiche vie del sale, dello zolfo, del vino, del miele, del grano. Si tratta di oltre 40 giorni di cammino, che segue antichi tracciati, tagliando trasversalmente l’Isola.

Antica Trasversale Sicula, il percorso

Si ricongiungeranno 8 province, 55 comuni, 6 parchi archeologici, 47 siti di interesse storico-archeologico-monumentale, 1 Parco e 7 riserve naturali, ma non solo. Si aggiungono innumerevoli musei, centri storici e insediamenti rurali tradizionali. L’arrivo è previsto per il 18 novembre a Kamarina (provincia di Ragusa).

Il gruppo è composto da 12 camminatori. Per alcuni tratti ad accompagnarli ci saranno altri gruppi locali. La traversata ha luogo nell’anno europeo del Patrimonio Culturale 2018. Il programma, in totale, coinvolge ben 40 comuni. I camminatori, dunque riceveranno ospitalità in tantissime parti della Sicilia, godendo di uno straordinario territorio. Dalla costa trapanese, attraversando l’entroterra, raggiungeranno la costa orientale ragusana.

Il cammino dell’Antica Trasversale Sicula s’inserisce in un progetto di recupero e di valorizzazione socio-economica di un antico tracciato. Per individuare il percorso, sono stati seguiti gli studi degli archeologi Biagio Pace e Giovanni Uggeri. Con le loro ricerche hanno individuato un reticolo di Trasversali sicule almeno del periodo greco che collegavano Camarina alle principali città greche, indigene e puniche della Sicilia orientale e occidentale.

Per conoscere il programma in dettagli, cliccate qui.