I carabinieri di Palagonia (Catania) hanno arrestato il 27enne Agrippino Mangiaratti per aver picchiato l'ex convivente, costringendola a seguirlo contro la sua volontà. Nei suoi confronti vigeva già un divieto di avvicinamento alla famiglia della ragazza, emesso dal tribunale di Catania nel 2015. Mangiaratti si è introdotto con una scusa all'interno dell'abitazione di una pensionata, dove la ragazza lavora come badante, poi ha percosso la giovane. I familiari di lei, preoccupati perché non aveva fatto ritorno a casa, hanno avvisato i carabinieri.

La coppia è stata rintracciata alla stazione di Catania: la ragazza era ferita e sconvolta: sul referto medico si legge che ha riportato un "trauma cranico minore e frattura composta dell'arco medio anteriore dell'a 7° costa e infrazione della 5° e 6° costa dell'emitorace di destra", guaribili in 30 giorni. Il 27enne è stato arrestato e deve rispondere delle accuse di sequestro di persona, lesioni personali gravi ed inosservanza dei provvedimenti del giudice.