Irrompono in una caserma urlando "Abbiamo una bomba a bordo", proprio mentre stava uscendo una gazzella dell'arma. Protagonisti della vicenda, avvenuta a Ravenna, sono due palermitani, padre e figlio. Un 47enne disoccupato, residente a Pordenone ma originario della Sicilia, e il padre 76enne (già noto alle forze dell'ordine) hanno creato momenti di tensione, dichiarando di avere una bomba nella loro Fiat 600. Sono stati subito bloccati e nessuno ha riportato conseguenze fisiche.

Immediatamente è stato attivato un dispositivo di sicurezza, con la chiusura di alcune arterie e gli artificieri hanno verificato cosa ci fosse a bordo dell'utilitaria: a bordo non vi era alcun ordigno, ma solo alcuni bagagli. Non è chiaro cosa abbia spinto i due a compiere un'azione del genere: adesso dovranno rispondere di resistenza a pubblico ufficiale, procurato allarme, danneggiamento aggravato e interruzione di pubblico servizio.