Un siciliano convertito all'Islam e che viveva a Londra sarebbe nella lista dei sospetti foreign fighters dell'Isis tornati dalla Siria nel Regno Unito. Il 28enne Gianluca Tomaselli, originario di Termini Imerese (provincia di Palermo) lavorava come posteggiatore in un parcheggio del Whipp Corss Hospital. Secondo quanto riferiscono vari giornali italiani facendo riferimento al tabloid "Daily Mail", un tempo abitava nel quartiere settentrionale di Camden.

Tomaselli sarebbe andato nell'ottobre del 2013 in Siria, abbandonando la moglie e un figlio, per combattere al fianco dell'Isis passando dalla Turchia in quella che una volta era la cosidetta "autostrada per la jihad". Già dallo scorso anno il giovane, tornato a Londra in famiglia nel 2014, era finito nel mirino dell'Mi5, il controspionaggio britannico. Tomaselli si era convertito all'Islam con le due sorelle nel 2010, quando la madre aveva rotto i rapporti con lui dopo essersi separata dal padre dei tre figli e aver sposato un somalo. L'italiano si sarebbe unito al gruppo Rayat al-Tawheed, composto da combattenti britannici legati ad Isis.