La saponetta ormai sembra essere passata di moda, eppure potrebbe essere il modo migliore per occuparsi dell'igiene personale. Dopo anni, infatti, gli esperti sembrano essere concordi nell'affermare che sui dispenser del sapone liquido si andrebbero ad annidare germi e batteri, mentre il sapone solido, se usato correttamente (cioè lasciato all'asciutto), sarebbe più sicuro.

«Negli ultimi anni il sapone sta tornando di moda per quattro motivi: i consumatori sono attenti alle sostanze indesiderate contenute nei detergenti per viso e corpo, hanno l'impressione di acquistare prodotti più naturali, che durino di più rispetto ai saponi liquidi e sono (diventati) il regalo ideale», spiega Guillaume Fievet, direttore della Savonnerie du Midi, a premiumbeautynews.com.

Secondo la Food and Drug Administration molti saponi contengono alcune sostanze – in particolare triclosano e triclocarbano – che, se usate in eccesso, possono alterare l'equilibrio microbiotico naturale della pelle, uccidendo i batteri buoni e consentendo l'ingresso di quelli cattivi. Per questo è fondamentale utilizzare saponi di qualità, facendo ben attenzione al modo in cui vengono prodotti.