Minaccia di morte il sindaco di Avola brandendo una roncola (attrezzo agricolo usato per le potature). L'episodio è avvenuto nel pomeriggio del 9 gennaio: il sindaco Luca Cannata è stato avvicinato in municipio da Sebastiano Germano, volto noto a servizi sociali del Comune, cui si è rivolto in più occasioni con un tono minaccioso.

Una volta raggiunto Cannata, gli ha chiesto dei soldi e un lavoro, estraendo la roncola di circa 40 centimetri. Sono intervenute tre persone, tra cui un agente della municipale, ma l'uomo non ha voluto sentire ragioni e ha continuato ad avanzare le proprie richieste accompagnandole a minacce di morte nei confronti del sindaco e della sua famiglia, sottolineando anche di conoscere l'indirizzo della sua abitazione. Dopo qualche minuto è andato via, ma è tornato poco dopo. Ad attenderlo, però, fa trovato i poliziotti del commissariato locale, che erano nel frattempo intervenuti.