Landon Johnson è un bambino di sei anni che soffre di autismo. Pochi giorni fa, si è recato con la sua famiglia in un centro commerciale del Michigan, per incontrare Babbo Natale. Landon ha fatto la fila e si è seduto sulle sue ginocchia, chiedendogli i doni che avrebbe voluto ricevere per Natale: una Wii, un dinosauro e una macchinina telecomandata.

Babbo Natale lo ha ascoltato, quindi lo ha fatto scendere dalle ginocchia, affinché tornasse dai genitori. Landon, però, dopo pochi passi è tornato indietro, per dirgli qualcos'altro: gli ha spiegato di essere autistico e gli ha chiesto preoccupato se per questo motivo sarebbe entrato nella lista dei bambini "cattivi", che non avrebbero ricevuto regali.

Alla domanda del bambino, visibilmente preoccupato, l'uomo ha risposto con parole che subito hanno fatto il giro del mondo. A raccontarle, con un post su Facebook, la madre di Landon, Naomi:

Babbo Natale si è seduto accanto a lui e gli ha preso la mano, cercando di calmarlo. Gli ha chiesto se essere autistico gli desse fastidio e Landon ha risposto «Sì, ogni tanto». Babbo Natale gli ha detto che non deve essere infastidito da quello che è. Allora Landon gli ha raccontato che ogni tanto a scuola si mette nei guai perché per la gente è difficile capire il suo problema. Babbo Natale ha detto: «Lo sai che io ti voglio bene e che anche le mie renne te ne vogliono. È tutto ok. Sei un bravo bambino».

La madre di Landon ha scattato una foto e ha raccontato a Today.com: «Questo sconosciuto vestito di rosso ha detto a mio figlio le stesse cose che gli dico io: che è speciale e che gli voglio bene così com’è. Vedere il viso di Landon illuminarsi è stato incredibile. Non riuscivo a smettere di piangere».