Diciamoci la verità: al momento di una partenza, tutto ciò che concerne peso e dimensioni del bagaglio a mano è un motivo di ansia per ognuno che debba salire a bordo di un aereo. Il caro, vecchio trolley è stato sempre un fedele alleato, ma a tal proposito ci sono brutte notizie: sono infatti in arrivo nuove misure universali per i bagagli a mano, indicate dalla Iata (International Air Transport Association) e mirate all'ottimizzazione degli spazi degli aereomobili.

Le nuove misure sono valide per tutte le compagnie ed equivalgono a 55 x 35 x 20 centimetri: i numeri perfetti per consentire ai passeggeri di salire il bagaglio senza problemi nella cappelliera. Il problema, però è che le nuove dimensioni sono inferiori a quelle attualmente concesse alle compagnie aeree, che vanno dai 55 x 35 x 25 cm di Air France ai 55 x 40 x 20 cm di Ryanair.

E' importante fare una precisazione: le direttive non saranno vincolanti e che la scelta finale è lasciata ai vettori, ma almeno una quarantina di linee aeree sono interessate a seguirle. Cosa significa, questo? Una riduzione dello spazio del 40%

La Iata ha commentato così: 

Lamentele comprensibili, ma la scelta, pur non vincolante, è necessaria e si tradurrà in un vantaggio per tutti: per i passeggeri soprattutto, prima ancora che per le compagnie aeree. Perché? Semplice: i voli – almeno in Europa, Nordamerica e Asia – sono sempre più spesso pieni. E secondo la Iata, soltanto riducendo le dimensioni massime dei trolley si potrà garantire a ogni passeggero di trovare a bordo spazio per il suo bagaglio a mano.

A proposito di bagagli e spazi ridotti, ecco un utilissimo video per preparare le valigie nel modo migliore