È cominciato il funerale di Biagio Conte, il missionario laico scomparso a Palermo il 12 gennaio scorso all’età di 59 anni.

Il rito si sta svolgendo in Cattedrale dove, fin dal mattino, si sono formate lunghe file per rendere omaggio al fondatore della Missione di Speranza e Carità, la cittadella poveri, per questo chiamato il San Francesco di Palermo.

In poche ore ogni angolo della cattedrale, che può ospitare 1400 persone, si è riempito: una folla di persone si è raccolta anche all’esterno, dove, sul sagrato, è stato allestito un maxi schermo per consentire a tutti di seguire i funerali. Anche all’interno sono stati collocati due schermi nelle navate laterali.

A celebrare la liturgia è l’arcivescovo Corrado Lorefice. In prima fila siedono i genitori di fratel Biagio, Giuseppe e Maria e, al loro fianco, le sorelle Angela e Grazia con le rispettive famiglie.

Tantissime le autorità presenti: il presidente della Regione Siciliana Renato Schifani, il sindaco Roberto Lagalla, il vicepresidente vicario dell’Assemblea Regionale Siciliana Nuccio Di Paola, e il presidente della commissione Antimafia dell’ARS Antonello Cracolici.

Ieri, in Cattedrale, la salma di fra Biagio è stata portata a spalla dai fratelli della sua Missione. Una folla che è rimasta in preghiera fino alla mezzanotte.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia