Ha portato a casa un "souvenir" dalla spiaggia di Mentone, in Francia, inconsapevole del fatto che si trattasse di un ordigno bellico inesploso, risalente alla Seconda Guerra Mondiale. Protagonista della vicenda, un bimbo di 11 anni, di nazionalità inglese. I carabinieri di Pavia hanno ricevuto una segnalazione da parte del padre del bimbo, facendo la scoperta: il colpo da mortaio era in evidente stato di degrado e ampiamente corroso, dunque ancora più pericoloso.

L'undicenne aveva messo l'oggetto nello zaino, ignaro di ciò che fosse, insieme a qualche conchiglia e lo aveva trasportato per quasi 300chilometri, viaggiandoin auto. Dopo circa tre giorni, il padre se ne è accorto e ha chiamato il 112. L'ordigno è stato portato in una zona disabitata poco distante ed è stato fatto brillare, rivelando dunque che la carica esplosiva era ancora efficiente.