CALTAGIRONE (CATANIA) – C'è ancora apprensione in tutto il Catanese per la morte di un bambino di 18 mesi, avvenuta nella notte tra giovedì e venerdì scorsi. Al piccolo 72 ore prima era stato somministrato il vaccino contro la meningite. Poi, a distanza di tre giorni, quell'aumento di temperatura, fino alla morte. I medici hanno provato di tutto per salvargli la vita, ma ogni tentativo, purtroppo, si è rivelato inutile.

Per abbassare la febbre al bambino era stata somministrata della tachipirina, ma ancora non si sa se ci possa essere stata correlazione tra la somministrazione del vaccino, l'assunzione del farmaco e la morte improvvisa. Il mistero sarà chiarito domani, quando sul corpo del bambino sarà eseguita l'autopsia.