E’ piantonato da due poliziotti in una camera della divisione di Medicina dell’ospedale Regina Margherita di Comiso, Mirko Bottari, il giovane disoccupato di 21 anni che ieri pomeriggio ha bruciato vivo il patrigno Vincenzo Arcidiacono, al termine di una furiosa lite, perchè non gli assicurava una rimessa costante di denaro.

[Continua la lettura dell’articolo]