Sta circolando in queste ore a Palermo una bufala su WhatsApp. Secondo il messaggio che sta velocemente passando da uno smartphone all’altro, in un supermercato di Palermo ci sarebbe stato un tentativo di rapimento e due persone avrebbero cercato di strappare un bimbo dalle braccia della madre.

La bufala su WhatsApp

“Tremo come una foglia. Avevo letto la notizia su Facebook – dice una voce in un messaggio audio su WhatsApp – ma non pensavo potesse succedere qua. È tutto vero, la mamma non riusciva a toglierlo dalle mani a questi di qua, una coppia di extracomunitari. Se n’è accorto un vecchietto, si è messo a correre e sono riusciti a liberare il bambino”.

Poi, continua il racconto, ci sarebbe stato l’intervento delle volanti. “Sentivo sirene, ma che potevo pensare. Credevo si trattasse di una rapina”. In poche ore il finto allarme si è diffuso a macchia d’olio, angosciando tantissimi genitori palermitani. Alcuni hanno anche deciso di non mandare i figli a scuola.

La Questura di Palermo ha effettuato una serie di accertamenti, ma le indagini hanno comunque smentito ogni cosa. Si tratta, dunque, di una bufala su WhatsApp. Il consiglio, in questi casi, è sempre lo stesso. Qualora riceviate messaggi sospetti, o che comunque non vi convincono, meglio prima fare qualche verifica.