PALERMO – Nuovi problemi per i lavoratori di Palermo. La neonata Wind-Tre ha comunicato ai sindacati l'intenzione di voler esternalizzare il servizio svolto dal contact center ex H3g. I dipendenti a rischio licenziamento in Italia sono 900, divisi in quattro sedi, tra cui Palermo. E il nome dell'azienda a cui sarà affidato il servizio in outsourcing non è ancora stato comunicato.

Il nuovo piano industriale prevede la cessione di un ramo dell’azienda, quello del servizio di customer care svolto dai contact center ex H3g. Il licenziamento riguarderebbe i 900 lavoratori distribuiti tra Palermo, Roma, Cagliari e Genova. "Siamo assolutamente contrari a una scelta di questo tipo, visto che operazioni del genere si sono sempre rivelate fallimentari. Invitiamo quindi la società a rivedere una decisione che potrebbe aprire uno scontro tra lavoratori e azienda", dicono i sindacati.