CALTANISSETTA – Calogero Troisi, 56enne nisseno, è stato arrestato dopo aver picchiato la moglie per l'ennesima volta. L'uomo, che ha numerosi precedenti per maltrattamenti in famiglia, violenza carnale, rapina, lesioni personali, porto abusivo e detenzione di armi, oltraggio, resistenza e violenza a pubblico ufficiale e minacce, è stato tratto in arresto dai poliziotti della sezione volanti intervenuti ieri sera in via Gramsci, a Caltanissetta, dopo la chiamata al 113 da parte dei vicini.

Arrivati sul posto gli agenti si sono precipitati al primo piano dello stabile dal quale giungevano le urla dell’uomo e quelle terrorizzate della moglie. È stata proprio quest’ultima, in forte stato di agitazione, ad aprire la porta ai poliziotti ai quali ha riferito di essere stata presa a calci e pugni da suo marito. Dall’interno dell’abitazione il 56enne continuava a inveire contro la moglie, accusandola di aver chiamato la polizia e, una volta uscito dalla camera da letto, si sarebbe anche scagliato contro gli agenti, con insulti e minacce e rifiutandosi di fornire le proprie generalità.

A quel punto Calogero Troisi è stato condotto in questura e tratto in arresto per maltrattamenti in famiglia. La donna, invece, è stata trasportata al pronto soccorso dell’ospedale Sant’Elia, dove i medici l'hanno dichiarata guaribile in dieci giorni. Stando ai racconti della vittima, l'uomo avrebbe adottato questo vergognoso comportamento anche con le due figlie.