Capretto “aggrassato ‘cchi patati” alla siciliana: un must tutto siciliano è la glassatura della cipolla, che in questo piatto tradizionale è co-protagonista con il capretto. Una vera delizia per il palato, questa antica ricetta rispecchia al 100% il gusto dei veri siciliani!
RICETTA
Ingredienti:
Mezzo capretto tagliato a pezzettoni (circa 2 kg)
Una grossa cipolla
250 ml di vino bianco
Sale e pepe q.b.
Olio d’oliva extravergine
Olio di semi per friggere
1 kg di patate

Preparazione:
Lavare il capretto e strofinarlo con il sale. In un tegame largo mettere un po’ di olio d’oliva e la cipolla tritata e soffriggere per qualche minuto a fuoco moderato, quindi aggiungere la carne e continuare a soffriggere facendo attenzione a non bruciarla, quando il capretto sarà leggermente colorito aggiungere il vino bianco alzando la fiamma per sfumarlo. Salare e pepare ed aggiungere acqua fino a coprire la carne. Aggiungere un terzo delle patate ed a fuoco moderato con il coperchio lasciare cuocere per circa mezz’ora, rimescolando di tanto in tanto aggiungendo acqua tiepida se necessario. Nel frattempo in una padella a parte, friggere con olio di semi la rimanente parte delle patate. Allo scadere della mezz’ora schiacciare le patate all’interno del tegame con una forchetta e quindi aggiungere le altre patate fritte e far cuocere per un’altra mezz’ora. Il capretto deve risultare a fine cottura morbido ed il condimento denso e consistente. Buon Appetito!