Carlo Ventimiglia era diventato a tutti gli effetti il terrore degli anziani. L'uomo che rapinava sempre persone molto avanti con gli anni dopo averli spiati in banca o alle Poste, è stato condannato a 7 anni e 8 mesi con rito abbreviato, compreso lo sconto di un terzo della pena come prevede la legge. Lo rende noto il portale LiveSicilia

Sei le rapine che gli venivano contestate, tutte messe a segno con la stessa modalità: si piazzava davanti alle agenzie e aspettava la vittima di turno. Poi, decideva se entrare in azione subito oppure attendere che rientrasse a casa. Agiva in pieno giorno e in strade trafficate: via Ruggero Settimo, piazza Mordini, corso Finocchiaro Aprile, corso Pisani, via Brunetto Latini e via Mariano Stabile. Ventimiglia non aveva scrupoli: trascinava le sue vittime a terra pur di strappar loro il bottino.

Al malvivente, 52 anni, sono state contestate le aggravanti della recidiva e quella per avere preso di mira persone ultrasessantacinquenni.