PALERMO – Entro l'agosto 2018, tutti i comuni rilasceranno la nuova carta di identità elettronica, introdotta con una norma del 2015. Il nuovo documento presenta particolari caratteristiche a tutela degli standard internazionali di sicurezza nell’emissione, nell’anticlonazione e nell’anticontraffazione. Oltre a essere un documento di viaggio per tutti i paesi dell’Unione Europea, e per quelli firmatari di accordi con l’Italia, la nuova Cie è integrata con un microprocessore che consente la memorizzazione dei dati per la verifica dell’identità del titolare, includendo anche gli elementi biometrici quali la fotografia e le impronte digitali.

Il cittadino, inoltre, ha la facoltà di inserire nella nuova Cie l’eventuale consenso personale alla donazione di organi, in caso di morte. I comuni, che saranno dotati di apposite postazioni di lavoro informatiche, verranno adeguatamente formati all’uso di supporti tecnici necessari all’emissione del nuovo documento. Nelle sedi della prefettura, infatti, si terranno dei corsi di formazione che hanno l'obiettivo di assicurare il tempestivo avvio del rilascio della Cie entro la scadenza programmata.

Dopo i percorsi formativi, che si svolgeranno tra il prossimo novembre e la metà di agosto 2018, tutti i comuni d’Italia, e quindi anche quelli della provincia di Palermo, potranno procedere al rilascio del nuovo documento.