Arriva la decisione che mette definitivamente la parola fine alle polemiche sulla casa di Montalbano: la costruzione, che si trova a Punta Secca (Santa Croce di Camerina) sarà un monumento. L'assessore regionale ai Beni Culturali, Carlo Vermiglio, ha trasmetto alla giunta la richiesta di avvio delle procedure per la tutela architettonica dell'edificio, diventato celebre grazie alla fiction televisiva ispirata ai romanzi di Andrea Camilleri.

Il presidente Rosario Crocetta e io – ha detto Vermiglio – abbiamo concordato che l’immobile vada tutelato nel rispetto del codice dei beni culturali. Montalbano promuove infatti un’immagine della Sicilia nel mondo che merita tutta l’attenzione possibile.

Nel frattempo, la casa di Montalbano è stata inserita nel registro dei Luoghi dell'Identità e della Memoria, mentre gli adattamenti cinematografici dei romanzi di Andrea Camilleri sono stati inseriti nel registro delle Eredità immateriali. 

I luoghi di Montalbano – ha aggiunto Vermiglio – hanno promosso sapientemente aspetti tipici dell’identità e della cultura siciliana e sono divenuti memoria presente nell’immaginario degli italiani e non solo. Con la tutela della casa di Punta Secca, che potrà essere esaminata in una delle prossime giunte di governo, intendiamo tutelare definitivamente questo patrimonio culturale.