Un “tempio segreto” nel capoluogo siciliano

  • Casa Massonica di Palermo, simboli e significati nascosti.
  • I templi di piazzetta Speciale sono un angolo molto interessante della città.
  • Esploriamo insieme i luoghi in cui i “fratelli” si riuniscono.

Palermo, maestosa ma anche ricca di mistero. Una città che mescola storia e storie, personaggi e figure di ogni tipo che, nei secoli, si sono avvicendate. Oggi vogliamo conoscere la sua anima più nascosta, facendo tappa in piazzetta Speciale. Questa Casa Massonica di Palermo appartiene al Grande Oriente d’Italia. I suoi ambienti sono ricchi di simbologie e ospitano un universo molto riservato, ma che non può definirsi totalmente segreto.

I simboli della Casa Massonica di Palermo

Come abbiamo anticipato, questi luoghi fanno parte dell’obbedienza del Grande Oriente d’Italia istituita ritualmente nel 1805, il 20 giugno, a Milano. Nel 2015 rappresentava la comunione massonica italiana più numerosa, con circa 22mila iscritti. Il tempio è la riproduzione del tempio di Re Salomone ed è il luogo in cui i massoni si riuniscono e lavorano.

All’interno della Casa Massonica del Grande Oriente tutto ha una valenza simbolica, a cominciare dalle colonne. Queste, infatti, hanno in capo i segni zodiacali. Il pavimento, invece, è a scacchi di colore bianco e nero. Anche tre scranni, cioè i tre sgabelli tipici del periodo rinascimentale italiano, in cui siedono il maestro venerabile, il primo e il secondo sorvegliante, racchiudono diversi significati. A questi si aggiungono statue che rappresentano la Bellezza, la Saggezza e la Sapienza, le luci anche queste cariche di simboli, come i candelabri.

Grande Oriente d’Italia, cosa è?

Nell’articolo 2 della Costituzione del G.O.I. si legge: «Il Grande Oriente d’Italia – Palazzo Giustiniani è storicamente la prima comunione massonica italiana, dotata di regolarità d’origine, essendo stata fondata nel 1805 da un corpo massonico debitamente riconosciuto. Essa è indipendente e sovrana. Presta la dovuta obbedienza ed osserva scrupolosamente la Carta costituzionale dello stato democratico italiano e le leggi che ad essa si ispirino.

Si raccoglie sotto il simbolo iniziatico del G.A.D.U. È costituita da tutte le logge regolarmente fondate alla sua obbedienza ed è retto da una giunta presieduta dal Gran maestro, con sede in Roma, nonché da altri organi che ne consentono l’organizzazione e l’amministrazione periferica».  Nell’ordinamento giuridico italiano il G.O.I. ha lo status delle associazioni non riconosciute (articolo 36 del Codice Civile), la sua costituzione in vigore è ufficialmente depositata presso il Tribunale di Roma e per il resto, a tutela della sua riservatezza, gode delle garanzie stabilite dalla vigente legge sulla privacy. Foto di repertorio: Timothy NeesamLicenza.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati