Nuovo inquietante dettaglio relativo alla vicenda delle due case di riposo lager sequestrate dalla polizia a Palermo. Si tratta dell'episodio riguardante una donna deceduta nei mesi scorsi in circostanze da chiarire. La figlia ha presentato una denuncia in procura e adesso sono in corso nuovi accertamenti. I familiari della donna hanno contattato gli investigatori del commissariato Libertà e sono convinti che molte cose non funzionassero in quelle due strutture che avevano un giro d'affari di circa 20.000 euro al mese.

CLICCA QUI PER VEDERE IL VIDEO

Secondo quanto emerso fino adesso, gli anziani, anziché essere accuditi, sarebbero stati sottoposti a trattamenti disumani. Prosegue quindi l'inchiesta e gli investigatori adesso stanno analizzando anche i referti dell'ospedale Villa Sofia, dove sono stati condotti gli ospiti che si trovavano nelle case di riposo al momento del sequestro. Si tratta di 6 anziani, cui sono state diagnosticate disidratazione e malnutrizione.

Fonte: Giornale di Sicilia