Nuovo colpo di scena nel corso delle indagini sul caso Loris: il settimanale Giallo ha raccontato che Veronica Panarello, mamma del bimbo accusata del delitto, ha fornito i dettagli intimi dei suoi presunti incontri sessuali con il suocero Andrea Stival. I dettagli dimostrerebbero secondo lei la veridicità della sua versione. 

La donna ha rivelato di essere stata a conoscenza di alcuni problemi molto intimi del suocero e di averlo anche accompagnato dall'urologo per una visita: dai tabulati telefonici sono emersi frequenti contatti tra lei e il suocero, ma gli avvocati di Andrea Stival hanno sostenuto che sarebbero stati tutti di giorno.

Come riportato dal Giornale di Sicilia

Gli investigatori hanno spulciato i tabulati telefonici dell’epoca, facendo rilevare, durante l’ultimo interrogatorio nei confronti dell'indagato, quei contatti frequenti. Ma la difesa di Andrea Stival ha fornito una giustificazione immediata. 

(…)

Le telefonate tra Andrea Stival e Veronica Panarlelo, la mamma del piccolo Loris, sarebbero tutte avvenute di giorno – ha spiegato l’avvocato di Stival -. Avrebbero avuto un picco solo quando l’uomo era rimasto da solo a casa, perché la figlia era andata a vivere con il fidanzato, nel maggio del 2014.