Al confine tra i comuni di Bronte e Maniace, nella terra conosciuta come Ducea di Nelsone, sorge il Castello di Nelson. In realtà, sarebbe più corretto chiamare la struttura come Abbazia di Santa Maria di Maniace, dato che il complesso sorse nel XII secolo come abbazia benedettina.

LEGGI ANCHE: Il Castello della Solicchiata

Dell’antico castello oggi rimane poco. Per quanto riguarda l’antico tempio dedicato alla Madonna dalla regina Margherita, sopravvivono le navate, uno splendido portico gotico-normanno e l’icona bizantina, secondo la leggenda dipinta da San Luca. Dietro la chiesa, dove c’erano i magazzini, alcuni scavi hanno fatto emergere l’abside dell’antica costruzione normanna. Si possono, inoltre, osservare due torrette medievali e un grande parco all’inglese.

Foto di Andrej Antipin

Foto di Andrej Antipin

Rimane inoltre, una parte della cinta muraria, in quanto gli ambienti furono riadattati dagli eredi di Nelson a scopi abitativi. Questi sono visitabili ed espongono cimeli d’epoca. Nel cortile interno vi è una croce celtica dedicata all’ammiraglio Nelson, mentre nel parco sorge un piccolo cimitero, in qui spicca una croce celtica in pietra nera dell’Etna, che indica la sepoltura del poeta scozzese William Sharp. Il complesso è stato musealizzato.

Foto in evidenza: Atonio Vintaloro