Uno dei lati meno conosciuti del celebre architetto e designer italiano Ettore Sottsass, ossia le sue fotografie, si disvela a Catania, al Museo Civico Castello Ursino, in una mostra in bianco e nero dai contorni suggestivi.

Protagoniste sono 111 fotografie, quasi tutte inedite, realizzate proprio a Catania, negli anni Novanta. Scatti che raccontano una città vitale: il barocco, il mercato del pesce, le strade, le scene di vita quotidiana, quasi come fossero come fotogrammi di una storia non troppo lontana.

Non a caso infatti la personale (visitabile fino al 21 maggio) prende il nome di “Catania mia!” ed è curata di Barbara Radice con Iskra Grisogono, per la direzione artistica di Christoph Radl, promossa e prodotta dalla Fondazione Oelle Mediterraneo Antico, in collaborazione con lo Studio Ettore Sottsass e in partnership con l’Assessorato del turismo dello sport e dello spettacolo del Comune di Catania.

Foto di Ettore Sottsass

Un percorso espositivo, pensato e realizzato per l’open space del Castello Ursino con scatti che ritraggono la città etnea per la quale Sottsass ha sempre nutrito grande affetto. Il designer e fotografo italiano ma di origini austriache cominciò a fare foto quando era ragazzo e da allora non ha più smesso.

“Ero orribilmente curioso”, dichiarò lui stesso, sottolineando come la fotografia fosse un modo di “fermare” la vita oltre che un mezzo per documentarla. Ed è così che nei suoi scatti compaiono immortalati momenti di vita quotidiana, ma anche monumenti e luoghi della città tra i più noti, come ad esempio la chiesa della Santissima Trinità, il chiostro del Monastero dei Benedettini, la fiera, palazzo Biscari, il palazzo centrale dell’Università, Porta Garibaldi, il porto e poi ancora via Vittorio Emanuele.

Nel corso del suo soggiorno a Catania però Sottsass non dimenticò di immortalare anche uno dei paesaggi che più rappresentano, ad oggi, la città siciliana, ossia una suggestiva veduta dell’Etna.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati