CATANIA – Ha reso impossibile la vita della convivente costringendola a rubare e a prostituirsi. Per questo i carabinieri hanno arrestato un romeno di 50 anni. La vittima è una romena di 37 anni, arrivata in Italia nel 2013 con i figli di 5 e 9 anni. L’uomo, "poco incline a qualsiasi tipo di occupazione", dapprima l'avrebbe costretta a rubare in vari centri commerciali e poi a prostituirsi. E la vittima, anche e soprattutto per proteggere i figli, su consiglio di un’amica ha denunciato. 

Ogni giorno il suo aguzzino la accompagnava in autobus nella zona industriale di Catania affinché si prostituisse. Se tornava senza una predeterminata somma di denaro, scattavano pugni e calci. Del guadagno giornaliero a lei spettava solo il 20%. I carabinieri hanno deciso di trasferire i bambini in una struttura protetta per poi passare all'arresto dell'uomo. Per il 50enne sono scattati i domiciliari.