CATANIA – Sequestrato il patrimonio dei fratelli Rocco, Angelo e Antonino Morabito, a capo dello storico clan che opera nel quartiere popolare di Picanello a Catania con diramazioni in tutto il territorio nazionale e in Europa. La direzione investigativa antimafia etnea guidata da Renato Panvino sta eseguendo tre decreti di sequestro preventivo per un totale di 5 milioni di euro.

I provvedimenti sono stati firmati dalla sezione misure di prevenzione del tribunale su richiesta del procuratore Carmelo Zuccaro a capo della direzione distrettuale antimafia di Catania. I vertici del clan, a cui è diretto il sequestro dei beni, annoverano condanne in primo e secondo grado per il reato di associazione per delinquere finalizzata al traffico internazionale di sostanze stupefacenti, detenzione illegali di armi, rapine e ricettazione.