CATANIA – La Procura di Catania ha chiesto il rinvio a giudizio per duplice omicidio e tentativo di omicidio del gioielliere di Nicolosi Guido Gianni, 57 anni: il 18 febbraio 2008 uccise due rapinatori e ne ferì un terzo che avevano assaltato il suo negozio minacciando di uccidere la moglie con una pistola poi risultata a salve.

Dalla ricostruzione dei periti, è emerso che l'uomo avrebbe ferito i banditi dopo una colluttazione, ma i colpi mortali sarebbero stati esplosi mentre fuggivano. I 3, non a caso, sarebbero stati colpiti alle spalle. Nell'udienza davanti al Gip Fabio Di Giacomo Barbagallo, i familiari delle due vittime e il ferito, entrati nell'inchiesta come parti lese, si sono costituiti parte civile.

Il Gip ha ammesso la richiesta del legale del gioielliere di perizia psichiatrica sull'imputato per stabilire se fosse in grado di intendere e volere o se la sua mente fosse stata offuscata dall'aggressione alla moglie. L'udienza è stata aggiornata al 9 novembre.