CATANIA – Si è suicidato in seguito ad un litigio con la moglie, facendo esplodere una bombola del gas nella sua abitazione, nel rione Monte Po, a Catania. La vittima è un pensionato di 76 anni che, rimasto solo in casa, si è chiuso in uno stanzino con la bombola, l'ha aperta e ha appiccato il fuoco: c'è stata una deflagrazione, seguita da un incendio.

Il corpo è stato trovato dai vigili del fuoco, carbonizzato, non appena sono terminate le operazioni di spegnimento delle fiamme: era seduto accanto alla bombola del gas con il rubinetto aperto. Si trovava dentro uno sgabuzzino ed era coperto dagli scaffali caduti a causa dell'eplosioni.

L'appartamento è andato completamento distrutto: i pompieri sono intervenuti con due squadre e due autobotti in due diversi punti dell'abitazione, che si trova in una palazzina di cinque piani. I carabinieri hanno ascoltato alcuni vicini di casa per ricostruire quanto accaduto.