CATANIA –  Sono dei lavori effettuati, ma mai pagati, la causa del gesto estremo di Orazio Di Pietro, operaio cinquantenne, che ha sparato stamani a Maria Scalia, 35 anni. Tutto è avvenuto in vicolo delle Mandre, minuscola via a metà di via Plebiscito, nel cuore del quartiere San Cristoforo di Catania.

La donna è stata ferita di striscio al braccio, è stata medicata in ospedale al Vittorio Emanuale e dimessa dopo essere stata giudicata guaribile in quattro giorni. Già da tempo erano sorte incompresioni tra i due: Orazio Di Pietro reclama il pagamento di alcuni lavori, effettuati per conto di Maria Scalia, ma mai onorati.

Stamattina la donna si è recata, in compagnia della madre, presso la casa dell'uomo e lì è nata un'accesa discussione, al culmine della quale l'operaio ha imbracciato un fucile e sparato. Sul posto è intervenuta la polizia, che ha fermato l'uomo: al momento sono in corso indagini per verificare la proprietà del fucilie.