La guardia di finanza di Catania ha arrestato il 52enne Pietro Alia, direttore di "Villa Gaia", residenza sanitaria assistenziale di Pedara (Catania). Nello scorso mese di novembre un dipendente era stato arrestato con l'accusa di circonvenzione di persone incapaci e appropriazione indebita, con un sequestro di circa 110.000 euro. I soldi sarebbero stati sottratti ai pazienti ricoverati nella struttura, approfittando del loro precario stato di salute mentale. 

Secondo quanto riportato da Catania Today, Gli accertamenti hanno evidenziato che era proprio il titolare della casa di riposo a dare indicazioni al collaboratore, facendo in modo che lui figurasse come cointestatario dei libretti postali delle vittime, per prelevare denaro. Il Gip del tribunale di Catania ha disposto la misura degli arresti domiciliari e il sequestro preventivo fino alla concorrenza della somma di 110.000 euro anche per Pietro Alia, che dovrà rispondere dei reati di circonvenzione di incapace e appropriazione indebita.

Foto di repertorio