I carabinieri hanno salvato un giovane di Catania che era in procinto di suicidarsi gettandosi dalla scogliera per motivi economici e per aver avuto forti contrasti con i genitori.

Il giovane avrebbe chiamato il 112, avvertendo che si stava recando sul posto. A quel punto due gazzelle che si trovavano vicino alla stazione ferroviaria centrale, in piazza Giovanni XXIII, sono subito entrate in azione localizzando il ragazzo. Mentre parlava ancora al telefono con l'operatore del 112, il ragazzo è stato raggiunto dagli agenti che lo hanno bloccato prima che potesse buttarsi. Sul posto era presente anche una motovedetta della guardia costiera.

Il ragazzo è stato soccorso da un ambulanza del 118 ed è stato trasportato all’ospedale Garibaldi, dove sono state avviate le procedure per il trattamento sanitario obbligatorio.

(foto di repertorio)