Dolore e commozione ai funerali di Dario Farrauto, il 30enne morto a Palermo in un drammatico incidente stradale, avvenuto nella notte tra giovedì 9 e venerdì 10 giugno. Farrauto viaggiava a bordo di uno scooter, che si è scontrato con una volante della polizia: il giovane, gestore del Modcafè, era molto conosciuto in città. Tantissime le persone presenti per l'ultimo saluto, nella chiesa di San Francesco di Paola.

Alla funzione ha partecipato anche il questore Renato Cortese. Continuano nel frattempo le indagini per fare chiarezza su quanto accaduto. Lo scontro tra lo scooter e l'auto della polizia è avvenuto all'incrocio tra via Dante e via Sammartino, in un punto in cui la circolazione è regolata da un semaforo. Dai primi accertamenti è emerso che il semafoto era funzionante, quindi sembra sempre più chiaro che uno dei due veicoli coinvolti non ha rispettato il rosso. Insieme a Dario Farrauto c'era sullo scooter un amico, rimasto gravemente ferito.

Ecco cosa riporta Repubblica:

(…) A quell'incrocio c'erano anche altri due automobilisti che, adesso, gli investigatori della Infortunistica della polizia municipale stanno cercando. In via Dante al semaforo, che dalle immagini sarebbe rosso, era ferma un'auto. Chi era alla guida ha visto tutto, ha prolungato la sosta ma poi, invece di fermarsi, ha deciso di riprendere la marcia. Un'altra automobile si è fermata in via Sammartino, per pochi centimetri non è stata travolta dalla volante. Anche quell'automobilista, che avrà avvertito la sirena o visto i lampeggianti, era al fianco della Vespa. Nessuno dei due si è presentato alla polizia municipale. "Sconfortante – sottolineano gli investigatori – ma non ci arrendiamo. Stiamo cercando di rintracciarli".