Cento piante di canapa trovate in casa di un insospettabile a Partinico, nel Palermitano. Le Fiamme Gialle hanno perquisito un immobile e l'area rurale intorno a un edificio, scoprendo una serra, adibita alla coltivazione di circa 100 piante di canapa indiana in stato vegetativo e di altezza di circa un metro e 70 centimetri.

"La struttura, costruita in maniera abbastanza rudimentale, era ben nascosta dalla vegetazione che ne rendeva impossibile l'individuazione da una prospettiva esterna nonché da eventuali ricognizioni aree", spiegano dalla guardia di finanza". All'interno della serra c'erano anche dei fili elettrici ed è stato accertato che erano stati allacciati abusivamente all'impianto pubblico dell'Enel.

Quanto prodotto nella piantagione avrebbe fruttato all'incirca 100mila euro. Il proprietario dell'immobile è finito ai domiciliari con l'accusa di coltivazione e detenzione di sostanze stupefacenti e di furto aggravato di energia elettrica. anche la moglie è stata deferita "per il concorso nel reato di furto aggravato di energia elettrica".