"Umberto Eco: "Chi voterà NO è un imbecille e i grillini sono una legione d’imbecilli". Una presunta frase, postata su un sito fake con la testata "News Tg24", è diventata virale. Peccato che lo scrittore sia morto il 19 febbraio scorso e per ovvie ragioni non potesse assolutamente esprimersi sul prossimo referendum costituzionale.

Umberto Eco – o presunto tale – è stato attacco di brutto dal popolo del web. Pochi i commenti ironici di chi ha scoperto il gioco: "Ho incrociato Primo Levi e Macario e anche loro sono per il Sì". Sarebbe bastata una breve ricerca su Google per scoprire la verità, ma niente. A diffondere con successo la bufala è stato Ermes Maiolica, non nuovo a queste trovate: "Con il mio ultimo esperimento ho voluto dimostrare nel pratico la sua famosa teoria e penso di esserci riuscito abbastanza bene, quindi chiudo il sipario del teatrino e auguro la buona notte a tutti, anche a te Umberto".