Il pm di Palermo Nico Gozzo, al termine della requisitoria, ha chiesto l'ergastolo con isolamento diurno per tre anni per il boss Nino Madonia, unico imputato per l'omicidio del chirurgo Sebastiano Bosio, ucciso a Palermo il 6 novembre 1981.

Madonia era stato assolto in primo grado dall'accusa di omicidio ma nel nuovo processo, dopo la testimonianza al collaboratore di giustizia Giovanni Brusca che aveva confermato il motivo dell’uccisione di Bosio, cioè un "Intervento chirurgico non eseguito su un uomo d’onore dal medico eliminato da Cosa nostra", Pietro Fascella, era arrivata la condanna.