Foto di Giovanni Carlesso -T’amu terra mia, ju t’amu !
T’amu pirchì mi dasti ciatu .
Li to’ splinnuri sunnu biddizzi
granniusi di lu paradisu.
 
Tu si’ amuri e ciatu ,
camuliata dintra a li cianchi
cunsumati di la lava ,
ti duni senza ammizzigghi
pi lu ciarmu di li furasteri,
e pi lu pircantu e pi la magarìa
di li nnamurati.
 
Si comu a na carizza  supra
a l’occhi,
quannu a la sira ciuscia lu punenti
e mi scumpigghia tutti li capiddi;
comu  a  ‘lìmpiu  splinnuri
di lu suli a ferraustu ;
comu a n’ciauru sparpagghiatu
dintra a la chianura ,
supra li spichiceddi
di lu frummentu amuri: biunni
comu a li capiddi di sita
di na fimmina Nurmanna;
comu  a’n mari stralucenti
e a li stiddi di la notti di San
 Lurenzu .
 
T’amu terra mia !
Ju t’amu …e lu sai comu t’amu ?
Di dd’amuri  chi  sulu dintra a la balata
s’arrizzetta !
 
-Traduzione in Italiano-
Fiato della mia anima
 
Ti amo Terra mia, io ti amo!
Ti amo perché mi hai dato fiato.
I tuoi splendori sono bellezze
immense del paradiso.
Tu sei amore e fiato,
corrosa dentro i fianchi
consumati dalla lava.
Ti doni senza ritrosie
per il diletto dei forestieri,
e per l’incanto e la magia
degli innamorati.                                                                                                        2                               
Sei come una carezza sugli occhi
quando la sera
soffia il vento di ponente
e mi scompiglia tutti i capelli;
Sei come un limpido splendore
del sole a ferragosto;
come un profumo sparso
dentro la pianura,
sopra le spighe del grano bionde
come i capelli di seta di una Donna Normanna;
Sei come un mare che straluce
E come le stelle nella notte di San
Lorenzo.
 
Ti amo Terra mia !
Io ti amo…e lo sai come ti amo?
Di quell’amore che solo dentro la tomba
trova pace.
 
Nota dell’autrice: Questa e’ la mia prima Poesia in lingua Siciliana che dedico a tutti quelli che Amano la mia Terra.
 
Foto di Giovanni Carlesso