È dedicata alla Qualità della Vita l'indagine realizzata da Italia Oggi per esaminare le forti discrepanze esistenti sul territorio italiano. Nel gradino più alto del podio troviamo Trento, seguita da Bolzano e Pordenone, mentre in coda c'è Carbonia-Iglesias, preceduta dalla provincia del Medio Campidano e da Enna.

Nel 2015 sono 53 su 110 le province in cui la qualità della vita è risultata buona o accettabile, contro le 55 della scorsa edizione: questo significa che il 56% della popolazione italiana vive in territori dove la qualità della vità è scarsa o insufficiente.

L'indagine condotta da Italia Oggi sulla qualità della vita si basa su nove parametri di valutazione ((affari e lavoro, ambiente, criminalità, disagio sociale e personale, popolazione, servizi finanziari e scolastici, sistema salute, tempo libro e tenore di vita), ripartiti in 21 sottodimensioni e 84 indicatori di base.

Le posizioni delle province siciliane

Non ci sono ottime notizie per le province siciliane, che si trovano per la maggior parte nella parte finale della classifica (fa eccezione Ragusa).

Ragusa: 60
Caltanissetta: 95
Messina: 98
Trapani: 100
Catania: 101
Siracusa: 104
Palermo: 105
Agrigento: 106
Enna: 108