I meridionali si sa sono grandi mangiatori di pasta; alimento che,  maggiormente in Sicilia, si consuma praticamente tutti i giorni anzi, in talune occasioni, anche più volte al giorno. Viene preparata in svariate maniere ma, la nostra isola, è famosa in tutto il mondo soprattutto per gli anelletti al forno, per la sua pasta alla Norma e per quella, forse ancora più nota, con le sarde “a pasta chi sardi”.
 
A proposito di pasta con le sarde voglio chiedervi: sapete dove, e chi l'ha inventata? Ebbene sarà per tanti probabilmente una sorpresa apprendere che, la pasta con le sarde è si nata in Sicilia, ma ad inventarla sono stati gli Arabi durante la loro dominazione. La tradizione infatti ci riporta intorno alla metà del IX secolo e, a quanto si narra, nella città di Mazara del Vallo. Qui pare che un cuoco arabo al seguito del generale Eufemio da Messina, trovandosi un giorno in difficoltà con gli approvvigionamenti e non sapendo cosa dare da mangiare alle truppe, si inventò questo piatto; utilizzando come condimento le poche cose che aveva a disposizione, ovvero le sarde i pinoli ed il finocchietto selvatico.

Ne venne fuori una vera e propria ghiottoneria che, in seguito arricchita anche con mollica arrostita e uvetta, è di fatto diventato il primo vero piatto mare e monti, oggi facente parte della lista ministeriale dei prodotti agroalimentari della tradizione italiana. Ora che ne conoscete la storia mettetevi ai fornelli e buon appetito! 


Nando Cimino